Tutto quello da sapere sul Bonus under 36 per l’acquisto della prima casa

21.12.2021
-

Con il decreto Sostegni bis, sono state introdotte diverse agevolazioni, tra le quali quella per l’acquisto della prima casa per chi ha meno di 36 anni, la garanzia statale per l’erogazione del mutuo e importanti sconti sulle imposte sull’acquisto. Ma come funziona il Bonus under 36? Di cosa si tratta? Chi ne ha diritto? Vediamolo insieme.

Come funziona il bonus agevolazioni prima casa per i giovani

Il primo requisito da rispettare è senza dubbio quello dell’età, possono, infatti, presentare la domanda tutti i giovani che non hanno ancora compiuto i 36 anni di età con un ISEE inferiore ai 40.000 €. La richiesta può essere fatta anche da una giovane coppia, l’ideale sarebbe che entrambe le parti abbiano meno di 36 anni e il loro ISEE congiunto sotto la soglia prevista. Nel caso in cui una delle due persone non rientri nelle linee stabilite, sarà solo una delle due parti a poter usufruire delle agevolazioni per l’acquisto della prima casa e solo per l’importo della sua quota. Per usufruire del bonus non sarà necessario compilare alcuna domanda all’Agenzia delle Entrate, in fase di acquisto, si potrà dichiarare di essere in possesso dei requisiti richiesti per accedere alle agevolazioni, ma quali sono nello specifico? 

Vediamoli insieme di seguito:

  • il richiedente non deve aver compiuto 36 anni nell’anno del rogito;
  • ISEE uguale o inferiore ai 40.000 € annui.
  • L’immobile che si intende acquistare deve essere nello stesso Comune di residenza, se così non fosse, si potrà fare il cambio di indirizzo entro i 18 mesi dalla data dell’atto di acquisto.
  • l’acquirente non può essere già proprietario di un’abitazione, né titolare di diritto d’uso o usufrutto o in comunione con il coniuge, nello stesso Comune in cui si richiedono le agevolazioni per l’acquisto della prima casa.
  • l’acquirente non può essere titolare, neppure per quote o in comunione legale dei diritti di proprietà, usufrutto, uso, abitazione e nuda proprietà, su un altro immobile acquistato con l’agevolazione prima casa.

I vantaggi fiscali per i giovani under 36

Tra le agevolazione di cui possono godere i giovani acquirenti under 36, possiamo evidenziare l’esonero del pagamento dell’imposta di registro, dell’imposta ipotecaria e catastale. L’agevolazione si applica sull’acquisto della prima casa, ad esclusione però degli immobili appartenenti alla categoria catastale A1 (abitazioni di tipo signorile), A8 (abitazioni in ville) e A9 (castelli, palazzi di pregi artistici o storici).

Inoltre, nel caso in cui l’acquisto della prima casa fosse soggetto a IVA, ai giovani acquirenti verrà riconosciuto un credito d’imposta pari all’ammontare dell’Iva corrisposta. Il credito d’imposta non potrà essere richiesto a rimborso, ma può essere utilizzato: 

  • in diminuzione dalle imposte di registro, ipotecarie, catastali sulle successioni e donazioni;
  • in detrazione dell’Irpef in dichiarazione dei redditi;
  • in compensazione nel modello F24.

Un’altra agevolazione prevista per i giovani under 36 che intendono acquistare la prima casa, è l’esenzione dal pagamento dell’imposta sostitutiva per i finanziamenti erogati per l’acquisto/costruzione/ristrutturazione degli immobili a uso abitativo.

Candidati

{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}
{{BCD.lang.thisIsRequiredAndEmailValid}}
{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}

Allega un file

{{i + 1}}. {{f.name}} ({{f.size}} bytes)
Oppure trascina i file qui
Acconsento al trattamento dei dati personali
{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}
{{BCD.lang.thisIsRequiredAndEmailValid}}
{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}
0 - 1 anno 1 - 5 anni Oltre 5 anni
{{i + 1}}. {{f.name}} ({{f.size}} bytes)
Acconsento al trattamento dei dati personali

Cerca sulla mappa

Torna all'inizio
X