5 consigli per risparmiare sul riscaldamento di casa

04.01.2022
-

Una casa calda e accogliente è tutto ciò che desideriamo al rientro dopo una lunga giornata di lavoro, ma ogni volta non possiamo non pensare a quanto ammonterà la bolletta a fine mese. Ci sono alcune pratiche che vengono spesse adottate pensando che ci faranno risparmiare, anche se in realtà non è così, anzi potremmo avere come risultato l’esatto opposto. 

Molte persone hanno deciso di usufruire del Superbonus 110% per apportare migliorie alla propria abitazione sia in termini di sostenibilità che di risparmio in bolletta, però non tutti hanno avuto la possibilità di poterne trarre vantaggio. Senza dubbio un cappotto termico, delle nuove caldaie e il vantaggio di poter sfruttare l’energia prodotta dai pannelli solari, avranno un impatto decisivo sulle future bollette, ci sono però alcuni accorgimenti che possono essere adottati per riuscire ad ammortizzare, anche solo in parte, i costi durante i mesi invernali

Ecco alcuni piccoli consigli per limitare la dispersione di calore in casa e risparmiare.

1 –  Regolare la temperatura intorno ai 20°

Sia in termini ambientali che di risparmio, avere una temperatura in casa superiore ai 20° non è una buona idea. Non è necessario girare in casa a maniche corte anche in inverno, è meglio indossare una maglia in più e mantenere costante la temperatura all’interno dell’abitazione. Evitate quindi di accendere e spegnere i riscaldamenti troppe volte durante l’arco della giornate, lasciate il regolatore al minimo ma sempre acceso. 

2 – Arieggiare la casa nelle ore più calde

Aprire le finestre per far cambiare aria è una buona abitudine, bisognerebbe evitare di farlo però quando i termosifoni sono accesi, ma approfittare dei momenti in cui sono spenti. Per far risalire la temperatura all’interno delle stanze ci vorrebbe più tempo del previsto e comporterebbe un consumo maggiore che si può tranquillamente evitare. 

3 – Lasciare liberi i radiatori

Una buona pratica è quella di lasciare liberi i termosifoni da stendini del bucato o tende. L’aria calda emanata dai radiatori deve essere libera di circolare all’interno della stanza, in questo modo eviteremo che il bucato steso ad asciugare assorba tutto il calore lasciando l’aria fredda e umida. 

4 – Usare i paraspifferi

Nonostante possa sembrare un consiglio banale, riscaldare una stanza che ha degli infissi datati può non essere semplice. Quello spessore di qualche millimetro tra pavimento e infisso farà disperdere il calore generato dai termosifoni. Esistono in commercio delle pratiche guarnizioni in gomma che possono essere fissate con l’adesivo agli infissi o ai portoni di casa. Un rimedio da casa delle nonne, ma le nonne in fondo hanno sempre avuto ragione.

5 – Isolare i termosifoni e i cassettoni degli avvolgibili

Molto spesso i termosifoni vengono collocati sotto le finestre o in nicchie all’interno della stanza sia per ragioni estetiche che di ingombro. Quando però il termosifone viene collocato sotto la finestra, un lato poggia sulla parete esterna dell’abitazione, se si ha sufficiente spazio, è consigliabile inserire tra i due un pannello isolante in modo da evitare una dispersione di calore verso l’esterno. Un buon isolamento dei radiatori collocati nei sottofinestra può arrivare ad aumentarne l’efficienza anche del 10%. La stessa regola vale anche per i cassettoni degli avvolgibili delle tapparelle, una fonte di dispersione di calore da non sottovalutare. Per ovviare il problema è consigliabile installare all’interno del cassettone dei pannelli isolanti di poliuretano o un materassino di lana di roccia dello spessore di almeno 3 cm. 

Candidati

{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}
{{BCD.lang.thisIsRequiredAndEmailValid}}
{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}

Allega un file

{{i + 1}}. {{f.name}} ({{f.size}} bytes)
Oppure trascina i file qui
Acconsento al trattamento dei dati personali
{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}
{{BCD.lang.thisIsRequiredAndEmailValid}}
{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}
0 - 1 anno 1 - 5 anni Oltre 5 anni
{{i + 1}}. {{f.name}} ({{f.size}} bytes)
Acconsento al trattamento dei dati personali

Cerca sulla mappa

Torna all'inizio
X