Quali sono le detrazioni per l’acquisto di un box auto pertinenziale

11.03.2022
-

Avere un box auto in cui tenere la propria automobile è un privilegio che diventa sempre più una necessità: per chi abita in città popolose, in cui trovare parcheggio è sempre più difficile, ma anche per una questione di tranquillità personale. Tenere la macchina in garage, infatti, protegge sicuramente da furti e atti vandalici, senza contare il risparmio sull’assicurazione nel momento in cui si decide di non usare il veicolo. L’acquisto di un box auto oggi è ancora più fattibile grazie all’agevolazione fiscale del 50% sulla spesa, purché sia pertinenziale.

Acquisto del box auto: il vincolo pertinenziale

La detrazione per l’acquisto del box auto è legata al vincolo pertinenziale tra due beni. In ambito immobiliare, con il termine pertinenziale si fa riferimento a due condizioni necessarie:

  • l’attribuzione della destinazione, non occasionale ma continuativa, di un bene (chiamato cosa accessoria) al servizio, o beneficio, o semplicemente abbellimento di un altro bene (cosa principale);
  • la volontà dell’avente diritto di creare un vincolo di complementarietà funzionale o di strumentalità fra i due beni

Nel caso del box auto, dunque, il box auto stesso sarà la cosa accessoria e la propria abitazione la cosa principale. Il garage viene accatasto in categoria catastale C6, poiché è proprio questo il confine giuridico in cui rientrano box auto, autorimesse e posti auto scoperti.

Il Bonus Box Auto

È così chiamata la detrazione per il box auto: uno sconto fiscale del 50% sulla spesa sostenuta per l’acquisto o la costruzione di un box auto pertinenziale. Lo sconto spetta solo per le spese sostenute per la realizzazione e non per il suo valore di mercato. Il Bonus Box Auto ha un massimo detraibile di 96 mila euro. Le spese sostenute devono essere, dunque, dimostrate con apposita attestazione rilasciata dal costruttore.

La detrazione viene concessa solo a patto che ci siano le seguenti condizioni:

  • La proprietà o un patto di vendita del box realizzato o in fase di costruzione
  • Il vincolo pertinenziale con un’unità abitativa di proprietà
  • I documenti che riportano i costi della sola realizzazione del box

Attenzione alle ricevute di pagamento

Tra i documenti necessari per richiedere il Bonus Box Auto ci sono le ricevute del bonifico bancario o postale relativo ai pagamenti. Il pagamento deve essere effettuato dal proprietario o dal titolare del diritto reale dell’unità immobiliare sulla quale è presente il vincolo pertinenziale, o dal familiare convivente che ha sostenuto la spesa. La detrazione è possibile anche sugli acconti, purché siano stati eseguiti, tramite bonifico, nel corso dell’anno in cui si effettua la richiesta.

Candidati

{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}
{{BCD.lang.thisIsRequiredAndEmailValid}}
{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}

Allega un file

{{i + 1}}. {{f.name}} ({{f.size}} bytes)
Oppure trascina i file qui
Acconsento al trattamento dei dati personali
{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}
{{BCD.lang.thisIsRequiredAndEmailValid}}
{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}
0 - 1 anno 1 - 5 anni Oltre 5 anni
{{i + 1}}. {{f.name}} ({{f.size}} bytes)
Acconsento al trattamento dei dati personali

Cerca sulla mappa

Torna all'inizio
X