Superbonus 110: i limiti di spesa per i vari tipi di intervento

10.07.2021
-

Il Superbonus 110% è un’agevolazione prevista per diversi tipi di interventi edilizi per i quali va a coprire le spese sostenute fino al 31 dicembre 2022. Le opere per le quali può essere richiesto sono numerose e si dividono in due principali categorie: risparmio energetico e riduzione del rischio sismico. Gli interventi agevolabili sono divisi anche in trainanti e trainati: i primi sono quelli che danno diritto al bonus, i secondi agevolabili invece solo se eseguiti insieme ad almeno uno degli interventi trainanti. Per ogni opera è prevista una spesa massima che può essere portata in detrazione: vediamo, caso per caso, quali sono dunque i limiti di spesa previsti.

Interventi antisismici

Nel caso di interventi antisismici la detrazione al 110% va calcolata su un ammontare delle spese non superiore a 96.000 euro moltiplicato per il numero delle unità immobiliari di ciascun edificio.

Cappotto termico

Un’altra opera molto importante è quella di coibentazione dell’edificio, di solito attraverso interventi ricadenti nella fattispecie del cosiddetto cappotto termico. Tecnicamente vengono definiti interventi di isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali o inclinate che interessano l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda. Per queste opere la spesa massima è di:

  • 50.000 euro per gli edifici unifamiliari o per le unità immobiliari funzionalmente indipendenti
  • 40.000 euro, moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio, per gli edifici composti da due a otto unità immobiliari
  • 30.000 euro, moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio, per gli edifici composti da più di otto unità immobiliari

Sostituzione impianti di climatizzazione invernale

La sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento e/o il raffrescamento e/o la fornitura di acqua calda sanitaria, a condensazione, con efficienza almeno pari alla classe A di prodotto prevista dal regolamento delegato (UE) n. 811/2013 della Commissione del 18 febbraio 2013, a pompa di calore, ivi inclusi gli impianti ibridi o geotermici, anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici e relativi sistemi di accumulo ovvero con impianti di microcogenerazione o a collettori solari: è questo un ulteriore intervento agevolabile con Superbonus 110. I limiti di spesa in questo caso sono di:

  • 20.000 euro, moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio, per gli edifici composti fino a otto unità immobiliari
  • 15.000 euro, moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio, per gli edifici composti da più di otto unità immobiliari
  • 30.000 euro per interventi su edifici residenziali unifamiliari o su unità immobiliari residenziali site all’interno di edifici plurifamiliari, le quali siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall’esterno; in questo caso la sostituzione può avvenire anche con impianti a biomassa con classe di qualità 5 stelle

Efficientamento energetico e interventi antisismici trainati

Per quanto riguarda gli interventi di efficientamento energetico e antisismici trainati, ad esempio infissi e schermature solari, che sono quelli previsti dal decreto legge n. 63/2013 e quindi ricompresi nei cosiddetti Ecobonus e Sisma Bonus, i limiti di spesa sono quelli previsti per ciascun intervento dalle agevolazioni introdotte nel 2013. 

Eliminazione barriere architettoniche

96.000 euro: è questa la spesa massima agevolabile al 110% per interventi finalizzati alla eliminazione delle barriere architettoniche, per favorire la mobilità interna ed esterna all’abitazione alle persone portatrici di handicap in situazione di gravità.

Impianti solari fotovoltaici

L’installazione di impianti solari fotovoltaici connessi alla rete elettrica è tra gli interventi cosiddetti trainati. In questo caso l’installazione deve avere un costo non superiore a quello dell’impianto. Il limite di spesa è fissato a 48.000 euro e comunque non superiore a 2.400 euro per ogni kW di potenza nominale. Per l’installazione di sistemi di accumulo integrati negli impianti solari fotovoltaici che sono oggetto del Superbonus, può essere richiesta un’ulteriore detrazione con spesa massima sempre fino a 48.000 euro e comunque nel limite di spesa di 1.000 euro per ogni kWh di capacità di accumulo. I due limiti di spesa di 48.000 euro vanno riferiti separatamente agli interventi di installazione degli impianti solari fotovoltaici e dei sistemi di accumulo ad essi integrati e possono quindi essere cumulati.

Infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici

Sempre tra gli interventi trainati rientra l’installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici, le cosiddette colonnine elettriche. In questo caso la spesa massima è di:

  • 2.000 euro per edifici unifamiliari o per l’unità immobiliare situata all’interno di edifici plurifamiliari, funzionalmente indipendente e con accesso autonomo dall’esterno
  • 1.500 euro per edifici plurifamiliari o in condomini che installino un numero massimo di otto colonnine
  • 1.200 euro per edifici plurifamiliari o in condomini che installino un numero superiore a otto colonnine

Cumulabilità dei massimali di spesa

Nel caso in cui sullo stesso immobile vengano effettuati più interventi agevolabili al 110%, il limite massimo di spesa ammesso è costituito dalla somma degli importi previsti per ciascuno degli interventi realizzati. Questo significa che se ad esempio su un edificio vengono eseguiti interventi trainanti, come l’installazione del cappotto termico e la realizzazione di interventi di riduzione del rischio sismico, e vengono anche effettuati interventi trainati come la sostituzione degli infissi e l’installazione di pannelli solari, il massimale di spesa ammesso al Superbonus sarà costituito dalla somma dei massimali previsti per ciascuna delle opere realizzate.

Per maggiori informazioni in merito ai limiti di spesa del Superbonus è possibile consultare la guida all’agevolazione predisposta dall’Agenzia delle Entrate e le FAQ pubblicate sul sito del Governo.

{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}
{{BCD.lang.thisIsRequiredAndEmailValid}}
{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}
0 - 1 anno 1 - 5 anni Oltre 5 anni
{{i + 1}}. {{f.name}} ({{f.size}} bytes)
Acconsento al trattamento dei dati personali

Cerca sulla mappa

Torna all'inizio
X