IMU e TASI: caratteristiche delle due principali tasse sulla casa

22.05.2019
-

Imu, Imposta municipale unica o propria, e Tasi, Tassa sui servizi indivisibili: due acronimi anche abbastanza semplici che stanno ad indicare tuttavia le più pesanti imposte presenti in Italia sulla casa. Vediamo di cosa si tratta.

IMU: obblighi e caratteristiche

L’Imu è stata introdotta a partire dal 2012 e ha preso il posto dell’Ici, l’Imposta comunale sugli immobili. È un’imposta diretta di tipo patrimoniale applicata sulla componente immobiliare del patrimonio stesso.
A parte alcune eccezioni, l’Imu si paga solo sugli immobili diversi dalla prima casa che è esente da questa imposta. A fare eccezione sono gli immobili di lusso e in particolare case signorili (A/1), ville (A/2) e castelli (A/8): per queste categorie catastali è richiesto il pagamento dell’Imu anche se si tratta di abitazione principale. L’Imu si paga poi sulle case possedute diverse dalla prima. Gli importi dovuti variano in base alle aliquote applicate dal Comune in cui è situato l’immobile: il sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze mette a disposizione a questo link un motore di ricerca relativo a tutti i regolamenti e le delibere comunali che indicano le aliquote approvate. Il saldo di questa imposta è in due rate: la prima a metà giugno e la seconda a metà dicembre.

TASI: cos’è la tassa sui servizi indivisibili

La Tasi è l’imposta il cui gettito va a coprire i cosiddetti servizi indivisibili ossia quelli dei quali beneficia tutta la comunità: strade comunali, verde pubblico, pubblica illuminazione, arredo urbano. Il presupposto per il pagamento della Tasi è “il possesso o la detenzione di fabbricati o aree edificabili”. Dal pagamento di questo tributo sono quindi esclusi i terreni agricoli mentre, come per l’Imu, è prevista l’esenzione per la prima casa, a patto che si tratti di abitazione non di lusso. La Tasi è dovuta non solo da parte del proprietario dell’immobile, ma se questo è occupato da un altro soggetto è dovuta anche da parte del soggetto occupante nella misura stabilita dal Comune e compresa tra il 10% e il 30%. Anche la Tasi viene versata in due rate, la prima in scadenza a metà giugno, la seconda a metà dicembre.

Contattaci

{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}
{{BCD.lang.thisIsRequiredAndEmailValid}}
{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}
Acconsento al trattamento dei dati personali

Cerca sulla mappa

Cerca sulla mappa

Torna all'inizio
X