5 regole d’oro per una casa salubre

15.09.2020
-

La nostra salute e il nostro benessere dipendono molto anche dagli ambienti che viviamo più a lungo e tra questi certamente un impatto centrale ha la nostra casa. Vivere in una casa salubre è fondamentale ed è quindi importante che il luogo in cui abitiamo sia favorevole sia dal punto di vista fisico che psichico. Per verificare che i nostri ambienti domestici siano davvero salubri è possibile fare un check tenendo in considerazione le regole principali da rispettare per poter affermare che la nostra abitazione sia caratterizzata e organizzata in modo da promuovere un buono stato di salute in chi ci abita.

Occhio all’umidità

L’umidità è una delle cause più diffuse di insalubrità di un’abitazione. Se ne genera infatti moltissima compiendo alcune delle più comuni azioni domestiche: cucinare e fare la doccia, per fare due esempi. L’umidità causa la formazione di muffe e batteri che sono molto nocivi per la salute. Per evitare questo fenomeno il primo rimedio, e anche uno tra i più efficaci, è quello di favorire il più possibile il ricambio di aria. In condizioni più complesse è bene valutare altre soluzioni come l’installazione di macchinari o impianti per la deumidificazione.

Temperatura

Una casa fredda non è salubre come non lo è una casa troppo calda. Il mantenimento di una temperatura adeguata è fondamentale per la qualità della vita all’interno di un’abitazione: i valori ottimali sono quelli compresi tra i 18 e i 22 gradi, anche se in inverno, soprattutto di notte, si può scendere ancora un po’ mentre in estate è tollerabile un livello anche più alto, soprattutto nelle ore più calde della giornata. In generale comunque, soprattutto se in casa ci sono bambini o anziani, non si dovrebbe oscillare più di tanto rispetto ai parametri di riferimento. Importanti poi sono anche le modalità attraverso le quali si raggiunge la temperatura desiderata. Un utilizzo eccessivo dei sistemi di riscaldamento e di raffreddamento può essere infatti esso stesso insalubre. Apparecchi come i condizionatori e le stufe elettriche ad esempio vanno utilizzati con attenzione e con moderazione. Ideale sarebbe invece puntare sull’isolamento termico.

Arieggiare

Arieggiare è fondamentale, come abbiamo visto, per combattere l’umidità ed evitare l’insorgere di muffe, ma il ricambio costante dell’aria è molto importante anche per garantire una buona qualità dell’aria stessa lungo tutta la giornata. A rendere impura l’aria di casa sono infatti molti fattori a partire dal respiro di chi la frequenta per arrivare ai prodotti utilizzati per pulire e ai fumi che produciamo cucinando. Per favorire il ricircolo dell’aria è fondamentale aprire di frequente le finestre e anche le porte e in alcuni casi è bene anche fare ricorso a sistemi di aerazione meccanica come la cappa della cucina e l’aspiratore in bagno.

Luce

La presenza e la qualità della luce di una casa è importante sia per la salute fisica che per il benessere psicologico di chi ci abita. Da preferire è certamente l’ingresso di luce naturale mentre quella artificiale va installata al meglio, realizzando un impianto efficace e in grado di soddisfare al meglio le esigenze di illuminazione dei residenti.

Condizioni acustiche

Anche una casa troppo rumorosa può creare disagi e difficoltà ai suoi abitanti. Se il livello di isolamento acustico della nostra abitazione non è buono è bene intervenire attraverso sistemi di isolamento acustico più o meno importanti a seconda della gravità del problema: interventi molto comuni sono la sostituzione degli infissi e l’installazione di pannelli oppure di controsoffitti e contropareti isolanti.

Contattaci

{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}
{{BCD.lang.thisIsRequiredAndEmailValid}}
{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}
Acconsento al trattamento dei dati personali

Cerca sulla mappa

Cerca sulla mappa

Torna all'inizio
X