Caratteristiche fondamentali di una casa arredata in stile zen

28.02.2021
-

Zen, che in giapponese si traduce con meditazione, è una cultura e una disposizione mentale e spirituale che ha la capacità di condurre l’individuo a trovare il proprio vero io, al presente, al “qui e ora”, allontanandolo da occupazioni inutili e da distrazioni e pensieri superficiali. Una casa in stile zen è pensata rispettando criteri di essenzialità, ordine e linearità con l’obiettivo di creare ambienti che trasmettano sensazioni di relax e tranquillità, di armonia ed equilibrio.

Mobili e complementi

Alcuni elementi tipici dello stile zen sono i grandi divani, i tavoli bassi, i tappeti a pelo corto oppure in lana o in cotone, le tende leggere e in materiali naturali. Il letto perfetto per questo tipo di arredamento è il futon o il letto giapponese. Molto importante in una casa in stile zen è anche il bagno soprattutto per la centralità che l’acqua ha nella tradizione zen: la soluzione ideale è un bagno spazioso e senza inutili suppellettili e anche per questo ambiente è necessario puntare su elementi lineari ed essenziali, privilegiando materiali semplici e naturali. In un bagno zen sono perfetti una grande vasca da bagno e rubinetti a cascata che lascino più spazio possibile alla vista e al suono dello scorrere dell’acqua. In cucina, per rispettare i canoni zen, sarà fondamentale mantenere l’ordine ed eliminare dalla vista utensili ed elettrodomestici.

Decorazioni

Gli elementi decorativi vanno ridotti al minimo, ma per esaltare la naturalità di un ambiente si possono scegliere piante verdi a fusto alto o bonsai, perfetti anche per richiamare le origini orientali della cultura zen. Bene anche cuscini, candele profumate e, soprattutto per gli esterni, piccole fontane e le pietre tipiche del mondo e dell’iconografia zen.

Luce e colori

La luce in una casa zen deve essere quanto più possibile naturale: le grandi vetrate e i lucernari sono quindi perfetti e per questi è bene prevedere dei sistemi oscuranti leggeri e poco impattanti, da utilizzare se la luce è troppa. In una casa zen l’illuminazione deve infatti essere sempre tenue e diffusa, un aspetto da tenere in considerazione anche nella scelta della luce artificiale: meglio evitare un solo elemento illuminante e preferire più elementi che diffondano la luce da diversi punti della stanza, in modo più uniforme e non troppo intenso, quindi sì a lampade da appoggio, da terra o da parete. Per quanto riguarda i colori a dominare sono i neutri che possono essere alternati con elementi caldi o freddi, ma sempre nelle tonalità più tenui come l’ocra, il rosso mattone, il verde chiaro.

Materiali

I materiali da scegliere per una casa in stile zen sono quelli naturali, in particolare legno, pietra, lino, cotone, bambù. Per i complementi sono perfetti vetro e ceramica.

Qualunque sia il tipo di abitazione che sogni, Relab è pronta a supportarti anche in questo con il servizio di interior design.

Contattaci

{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}
{{BCD.lang.thisIsRequiredAndEmailValid}}
{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}
Acconsento al trattamento dei dati personali

Cerca sulla mappa

Torna all'inizio
X