Mercato immobiliare a Roma: l’andamento nel 2019

13.11.2019
-

Dopo la crisi economica che ha avuto effetti importanti anche sul mercato immobiliare, già da qualche anno il settore sta conoscendo una lenta ma costante ripresa. L’andamento in positivo riguarda anche Roma. La Capitale infatti non è rimasta immune da una significativa contrazione nel comparto delle transazioni immobiliari, ma anche la Città Eterna sembra stia risalendo la china con successo. A confermarlo sono i dati e in particolare quelli dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare, centro studi dell’Agenzia delle Entrate dedicato appunto al settore degli immobili.

Mercato delle abitazioni

La più recente pubblicazione dell’Omi è quella relativa al secondo semestre del 2019 che, per quanto riguarda Roma, riporta un numero di transazioni molto incoraggiante per quanto riguarda le abitazioni. Le compravendite sono state infatti 8.769, con un incremento del 2,7% rispetto allo scorso anno. Ancora più significativo è stato il tasso di crescita delle transazioni nel primo trimestre dell’anno: + 11,9%. In generale i dati elaborati dal 2011 ad oggi su Roma raccontano una ripresa abbastanza significativa e stabile a partire dal 2014: negli ultimi 5 anni la percentuale delle compravendite – escluse sporadiche eccezioni – non è mai stata di valore negativo. Nel 2018 l’Omi ha registrato 32.088 transazioni residenziali: la crescita, rispetto al 2017, è stata quindi del 3%.

Quotazioni immobiliari

Per quanto riguarda le quotazioni immobiliari il quadro, relativamente al Comune di Roma, è complessivamente meno positivo. In questo caso dobbiamo fare riferimento ai dati dello scorso anno, gli ultimi per i quali l’Osservatorio del Mercato Immobiliare ha già pubblicato un’analisi dettagliata. Nel 2018 le quotazioni, rispetto al 2017, sono scese del 2,09%. La quotazione più alta ha interessato la macroarea del centro storico che ha fatto registrare un valore medio di 5.817 euro al metro quadro. Seguono le zone di Parioli-Flaminio (5.197 euro al metro quadro), Salaria-Trieste-Nomentana (4.139 euro al metro quadro) e Prati-Trionfale (4.067 euro al metro quadro). Le quotazioni medie più basse si registrano invece fuori il Grande Raccordo Anulare e in particolare nelle aree Est (1.898 euro al metro quadro), Sud (2.005 euro al metro quadro) e Nord-Ovest (2.045 euro al metro quadro). L’area Fuori GRA EST tuttavia è tra quelle oggetto di maggior interesse di mercato (2.712 transazioni nel 2018 delle quali 880 a Ostia, 739 a Nuovo Salario Prati Fiscali e 600 a Centocelle), insieme a Salaria (2.829 transazioni) e Casilina – Prenestina (2.813 transazioni).

In generale, il mercato residenziale romano risulta ancora poco dinamico, ma in ripresa, come testimonia anche l’IMI medio comunale – indicatore di intensità del mercato immobiliare – calcolato, per l’anno 2018, come pari al 2,24%. Per il dettaglio di dati e statistiche è possibile consultare la pubblicazione Omi relativa alla regione Lazio.

Contattaci

{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}
{{BCD.lang.thisIsRequiredAndEmailValid}}
{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}
Acconsento al trattamento dei dati personali

Cerca sulla mappa

Cerca sulla mappa

Torna all'inizio