Quali sono i principali obblighi dell’inquilino?

19.01.2022
-

Quali sono i principali obblighi dell’inquilino? A rispondere a questa domanda ci pensa il Codice Civile che spiega nel dettaglio quali sono i doveri del conduttore, ovvero l’inquilino. Sia a livello economico che di custodia dell’immobile, infatti, l’inquilino ha degli obblighi da rispettare una volta firmato il contratto d’affitto. Vediamoli nel dettaglio.

Canone e deposito cauzionale

Il conduttore deve, a livello economico, pagare con regolarità il canone d’affitto pattuito. È tenuto, inoltre, a versare un deposito cauzionale al momento della sottoscrizione del contratto di locazione. In genere questo deposito corrisponde a tre mensilità, che verranno restituite alla scadenza del contratto: in mancanza di rinnovo o nel caso di disdetta.

La diligenza del buon padre di famiglia

L’articolo 1587 del Codice Civile descrive il comportamento che l’inquilino deve tenere nei confronti dell’immobile che gli viene consegnato. Il codice Civile paragona la modalità di condotta dell’inquilino a quella della diligenza del buon padre di famiglia. Una descrizione generica che sta a indicare l’impegno nel soddisfacimento dell’interesse del creditore, tipica dell’uomo medio, il buon padre di famiglia appunto, che va valutata in relazione alla specifica obbligazione che il debitore deve eseguire.

Abuso del godimento

Quella del buon padre di famiglia è un’indicazione che si appella alla logica del buon senso. Non vale solo per le cose materiali, come danni e deterioramenti che non riguardano la normale usura, quella dovuta, cioè, all’utilizzo e al tempo che passa. Si riferisce, infatti, anche a quello che viene definito abuso del godimento: qualsiasi comportamento lesivo che può anche non alterare gli elementi strutturali. Ma che lede in qualche modo il valore locativo, l’immagine e l’uso a cui l’immobile era destinato.

La riconsegna dell’immobile

L’inquilino ha il dovere di riconsegnare l’immobile nello stesso stato in cui lo ha ricevuto. Il normale degrado d’uso di un bene non viene considerato nel momento della riconsegna. Nel caso in cui, ad esempio, l’inquilino abbia deciso di tinteggiare le pareti di una camera in un modo diverso da quelle iniziali, costui è obbligato a tinteggiare le pareti del colore originario prima della riconsegna. Nel caso in cui, invece, l’inquilino non abbia toccato le pareti o apportato piccole modifiche, non ha l’obbligo di tinteggiarle (art. 1590 del Codice Civile).

Per evitare possibili controversie è bene che si rediga un verbale in cui si descrive lo stato dell’immobile nel momento della consegna e un altro verbale nel momento della restituzione. La mancanza di un verbale scritto, infatti, lascia intendere che l’inquilino entrante ha ricevuto il bene in un buono stato di manutenzione.

Candidati

{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}
{{BCD.lang.thisIsRequiredAndEmailValid}}
{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}

Allega un file

{{i + 1}}. {{f.name}} ({{f.size}} bytes)
Oppure trascina i file qui
Acconsento al trattamento dei dati personali
{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}
{{BCD.lang.thisIsRequiredAndEmailValid}}
{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}
0 - 1 anno 1 - 5 anni Oltre 5 anni
{{i + 1}}. {{f.name}} ({{f.size}} bytes)
Acconsento al trattamento dei dati personali

Cerca sulla mappa

Torna all'inizio
X